Realizzazione creazione siti internet ecommerce web agency Torino designer low cost webmaster

TORINO SITI Web Torino NEWS

web agency Torino creazione siti web ecommerce

Sito e-commerce con partita IVA

Non tutti gli aspiranti gestori di sito web e-commerce sanno che è strettamente necessario aprire la partita iva per gestire un negozio online e-commerce e vendere su internet risparmiando sulle spese per offrire prodotti a prezzi low cost

Online il 20 Aprile 2015

» Torna alle WEBMASTER NEWS

Obbligo consenso cookies sui siti web - Creazione Siti Web Torino Piemonte Realizzazione Siti Internet E-commerce Webmaster Torino SEO posizionamento webPer realizzare un sito web e-commerce ed effettuare commercio online è necessaria la partita IVA, questo è un dato di fatto. Un negozio di vendita online è un tipo di attività che certamente non è occasionale. Quindi un negozio virtuale su sito internet e-commerce richiede senz'altro una regolarizzazione dell’attività per avitare pesanti sanzioni.
Ovvio tutttavia che la burocrazia richiesta dall’apertura di un sito di vendita e-commerce è notevolmente più snella e meno costosa di quanto richiesto invece dall’apertura di un negozio con "muri e vetrina" nella tua città. Si pensi per esempio allei autorizzazioni, vincoli e quant’altro, soprattutto in riguardo dei locali dove l’attività si svolgerà. Problemi inesistenti per la vendita online.
La vendita di beni su di un sito internet e-commerce è comunque catalogata come attività commerciale e pertanto per essere esercitata abitualmente richiede l’apertura di partita IVA.
Per fare questo occorre rivolgersi al commercialista di vostra fiducia che vi seguirà passo passo per evitare spiacevoli inconvenienti di natura fiscale.
In ogni caso la partita IVA deve essere aperta utilizzando il codice attività479110commercio al dettaglio di prodotti via internet”.
Al momento dell’apertura della partita IVA occorre scegliere il regime fiscale da adottare per l’esercizio dell’attività, e se possedete i requisiti potete godere di particolari agevolazioni optando per il regime dei contribuenti minimi con (attualmente) aliquota al 15%.

Segue uno schema sulle operazioni essenziali per regolarizzare l’attività di vendita online su sito web e-commerce:
1. Iter burocratico per avviare e-commerce: attraverso una procedura snellita rispetto al passato, basta una sola comunicazione per far nascere un’impresa (e nello specifico il nostro negozio online), utilizzando ad esempio la piattaforma Starweb (starweb.infocamere.it), e nello specifico le diverse iscrizioni saranno:
- Apertura partita iva
- Iscrizione al Registro delle Imprese
- Iscrizione all’INPS
- SCIA al Comune di appartenenza (con il modello COM6 bis, a seconda del Comune)
2. Costi per attività vendita online: non esiste un conteggio esatto dei costi da sostenere, ma sicuramente è possibile abbozzare i costi principali da sostenere in corso d’esercizio:
- Diritti e spese Camera di Commercio: nel caso di avvio attività di e-commerce bisogna anticipare il diritto camerale per il primo anno che varia in base alla provincia di appartenenza ed alla Camera di Commercio e vi sono dei diritti e bolli “una tantum”
- Imposte: sono un costo fisso per l’impresa, ma nonostante sia possibile fare una stima degli importi, non è possibile preventivarli. Bisogna considerare nel caso di gestione semplificata o ordinaria l’IVA, l’IRPEF e l’IRAP; nel caso invece di adesione al nuovo regime dei minimi la spesa per imposte da considerare è del 15% di imposta sostitutiva sul reddito netto ovvero costi meno ricavi
- Inps gestione commercianti: sono i contributi INPS e sono sicuramente la spesa fissa più onerosa da sostenere. I contributi minimi e fissi sono circa 3.200 euro annui indipendentemente dall’effettivo guadagno del negozio.
Si ricorda che non è più possibile effettuare tutte le iscrizioni con moduli cartacei così come avveniva fino a qualche anno fa, ma le pratiche dovranno essere effettuate in via telematica. Sulla home page del sito dovrà essere inserita la ragione sociale della ditta, indirizzo completo, partita IVA e Numero REA. Se trattasi di società di capitale deve esserci anche il capitale sociale versato.

Fonti dell'articolo: www.partitaivaonline.com, fiscomania.com, www.studiocommercialeonline.it

NOTA BENE: questo articolo viene esposto a titolo puramente informativo e NON è atto ufficiale, pertanto si invita a consultare un legale prima di avviare un'attività di vendita onlin su sito web e-commerce.

Per realizzazione siti web Torino e creazione siti internet Piemonte, per progettazione e-commerce o posizionamento web SEO a Torino a prezzi low cost RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO!

» Torna alle WEBMASTER NEWS

 

web designer Torino creazione siti web ecommerce